Chi aveva scattato la foto l'aveva identificata con "Malga Gaverdina" che, in realtà è sopra Bondo, parecchio più a nord. In realtà questa è Malga Pura.
Si nota il reticolo di strade e mulattiere che sale dal fondovalle e dal Forte Carriola, prosegue a sinistra verso Malga Ringia e verso l'alto verso la Conca di Cadria e i Nozzolo. Il Nozzolo Basso è la cresta di sfondo ritratto sulla destra che termina nei boschi di Malga Taiade, ricompresa nell'allora linea fortificata.
Gran parte della viabilità è sopravvissuta fino ad oggi.

gaverdina.jpg